UIL Scuola RUA Molise 86100 CAMPOBASSO Via Crispi 1/D-E  Notizie del 02 marzo 2021
Tel. 338 8987 029 – mail: molise@uilscuola.it       Facebook: UIL.Scuola.Molise
                                    Da affiggere all'albo sindacale della scuola (art. 25 legge n. 300 del 20/05/1970) 
Non rispondere a questa mail generata automaticamente. Per contattarci, scrivi a molise@uilscuola.it
Per le notizie e allegati precedenti cliccare su    http://groups.google.it/group/notizie_uilscuola_molise_it?hl=it
  
Irase nazionale, Ente di formazione della UIL Scuola regolarmente accreditato e qualificato presso il MI, lancia un nuovo servizio:
"IRASE PER LA SCUOLA. SPORTELLO TELEMATICO DI ASCOLTO,
SUPPORTO E CONSULENZA. Rispondere alla crisi da Covid-19".
            Si tratta di un servizio gratuito, pensato per fornire formazione on the job al personale della scuola, quindi una formazione fortemente mirata, orientata ai problemi, che sia di accompagnamento e affiancamento nell'affrontare casi reali, soprattutto con riferimento all'attuale complessa situazione che le scuole stanno vivendo.             Lo Sportello coinvolge un'équipe di 14 esperti, di diversi ambiti professionali, che saranno in grado di fornire supporto sia in merito a questioni metodologico-didattiche, ma anche di tipo comunicativo-relazionali, di benessere psico-fisico e in ordine alla sicurezza.
            Ciascun esperto potrà essere interpellato online dalle ore 17,00 alle ore 19,00, secondo un calendario che verrà fornito a tutti coloro che decideranno di avvalersi del servizio.
            Per accedere al servizio è necessario iscriversi, entro e non oltre il prossimo 5 marzo 2021,  attraverso questo modulo online:
https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSeXC7K4iDZ0EE4DJeC6c8Vu-vC3kqCgPhqto75dz-42NrBoiw/viewform?usp=sf_link
            Il servizio partirà l'8 marzo 2021.
A tutti i partecipanti verranno inviate le credenziali (username e password) per accedere alla piattaforma di IRASE e scegliere di volta in volta con quale esperto collegarsi e quando.
In allegato:

  • locandina del servizio
  • scheda di presentazione dell'équipe dello Sportello

 

In allegato anche la locandina relativa al Corso di formazione che Irase  Nazionale ha organizzato sulla VALUTAZIONE rivolto ai docenti di ogni ordine e grado.
Il corso prevede anche un modulo specifico sulla nuova valutazione nella Scuola primaria.

MOBILITA Ancora nulla di fatto: riunione interlocutoria
L'amministrazione si è presentata senza una proposta operativa – Domani nuovo incontro
È proseguito il confronto tra l'amministrazione e le organizzazioni sindacali sul tema della mobilità.
Per il ministero erano presenti il Capo di Gabinetto Dr. Luigi Fiorentino e il Direttore generale Dr. Filippo Serra.
Per la Uil Scuola Pasquale Proietti e Paolo Pizzo.
La Uil ha insistito e ribadito la propria proposta che è quella di una modifica del contratto integrativo (CCNI) partendo dal presupposto che ogni modifica debba poggiare su un quadro normativo solido, sia esso di natura legislativa o contrattuale.
Non siamo innamorati di specifica proposta, ma solo determinati a conseguire il risultato.
L'amministrazione, non avendo pronto uno strumento legislativo idoneo, non ne ha ancora presentata una definitiva.
Sta procedendo con l'istruttoria per decidere.
La Uil ha riaffermato la centralità della contrattazione come strumento per eliminare il vincolo quinquennale di divieto di spostamento. Misura che impedisce di coprire i posti disponibili e vacanti.
La Uil, pur apprezzando la disponibilità al dialogo da parte dell'amministrazione, ritiene che ora servano i risultati. Se c'è la volontà politica si può chiudere rapidamente. Ma per la Uil prima del merito è importante la forma: c'è una scuola sulla crisi di nervi, va dato un segnale positivo ad un milione di persone.
Nel corso dell'incontro la Uil scuola ha ribadito le modifiche che ritiene non più differibili:
1) rimuovere i due vincoli quinquennali non previsti dall'attuale contratto, quello per i docenti della scuola secondaria vincitori del concorso riservato (FIT) del 2018 le cui graduatorie sono state pubblicate dopo il 31 dicembre 2019, e quello relativo a tutti i docenti neo immessi in ruolo l'1/9/2020;
2) la materia della mobilità delle persone deve restare nell'alveo della contrattazione e non può essere stravolta da atti di legge ostili verso il personale la cui gestione in termini di mobilità è sancita contrattualmente;
3) dare risposte concrete ai c.d. docenti 'ingabbiati' aprendo un confronto, anche in relazione alle aliquote destinate ai trasferimenti. Anche questo personale merita piena attenzione;
4) eliminare il blocco quinquennale per i DSGA vincitori di concorso.
L'amministrazione, anche sulla base delle proposte sindacali, si è riservata di presentare una proposta strutturata.
 
 
IL REPORT DELLA RIUNIONE / Ecco i temi 
Nell’incontro con il neo ministro Bianchi si è aperto un dialogo
Una serie di appuntamenti per mettere a punto le questioni legate al nuovo anno scolastico (quello definito “Tavolo 1° settembre”) è il primo risultato concreto della riunione di questa mattina tra il neo ministro Bianchi e i sindacati scuola. 

Mobilità, organici e reclutamento saranno i temi del confronto programmato nei prossimi giorni.
Risorse del Recovery Fund e Next Generation: è questa la seconda gamba di un confronto che avrà carattere di continuità. 
Con ‘la compagine di Governo come ha detto il ministro Bianchi, ‘con il ministro dell’Economia’ e ‘con il coinvolgimento del Parlamento’.

Ritorno alla contrattazione e al contratto: il ministro Bianchi ha riportato di colloqui con il ministro Brunetta rivolti alla riapertura di una trattativa all’Aran anche per istituti che mostrano i segni del tempo (sorge una certa preoccupazione se la volontà e di modificare il Testo unico della scuola in funzione di una errata omologazione agli istituti di natura ammnistrativa).
«Tenere i nervi saldissimi» – ha detto in conclusione dei lavori della riunione il ministro Bianchi riferendosi alle emergenze in corso. 
Quella pandemica, «vaccinare il personale il prima possibile: bisogna andare a scuola sentendosi in sicurezza», quella legata alle decisioni dei Governatori, «va riaperto il tema dei rapporti Stato-Regioni, bisogna affrontare le cose per quello che sono», quello legato al dialogo istituzionale, «non dobbiamo avere paure, ma coscienze sì», quello legato al lavoro da fare, «servono operazioni strutturali, dobbiamo uscire dalle azioni congiunturali e dalla continua emergenza».

Una riunione aperta con garbo reciproco. Il ministro che chiede di trasmettere la sua stima a tutti i lavoratori della scuola –e poi invia una lettera– che sottolinea che «bisogna ridare dignità alle persone che insegnano» e che i ragazzi «sono persone in formazione». Un cambio di linguaggio netto che si ritrova in affermazioni come «ritrovare lo smarrimento delle persone», «pensare alla scuola non solo come ‘risorse’ umane, ma ‘umane’ risorse». E poi «ce la faremo insieme».
L’impegno è a fornire dati, a dar loro trasparenza (per questo è stato già creato un gruppo di lavoro). A partire da quelle stesse informazioni contenute nel Rapporto finale di luglio 2020, secretate per mesi, che il ministro ha voluto pubblicare appena nominato.
Un discorso ampio, che ha toccato molti aspetti – i dati europei, la risposta alle crisi economiche «la peggiore quella del 2011, 2012 anno del salto tra 2Ge 3G» , le risorse economiche, la digitalizzazione, il tasso di abbandono scolastico esplicito e implicito, le disuguaglianze, l’inclusività, l’accoglienza, le sperimentazioni «avviato un gruppo di lavoro che ne metta a frutto i risultati», i percorsi tecnico professionali, l’autonomia scolastica, le prove Invalsi «che non vanno a sostituire il giudizio degli insegnanti, sono strumento di lavoro per raccogliere dati», la maturità «che non è un test, ma un esame che racchiude un intero percorso».
La «fiducia è l’elemento dal quale ripartire» – ha detto Pino Turi in apertura del suo intervento nel corso della riunione. 
Quello che è mancato fino ad ora è un clima di fiducia che permettesse di superare i conflitti. 

La scuola è in emergenza. C’è grande preoccupazione. Quello che serve è «un cambio di passo e di tendenza: questo vuol dire non solo velocità ma cambio di direzione» ha detto Turi ricordando come le attuali condizioni in cui versa il nostro sistema di istruzione siano il risultato di oltre vent’anni di politiche di disinvestimento, di logiche neo liberiste. 
Ora occorre lungimiranza. «Serve una visione –ha sottolineato Turi– che governi l’emergenza e dia strumenti per fare, per trovare soluzioni, per dare stabilità».

Prioritario il tema della libertà di insegnamento: «In che modo –ha chiesto Turi al ministro– intenderà salvaguardarlo?»
Cruciale il riferimento alla questione precariato, che –numeri alla mano del ministro ha raggiunto quota «213 mila persone con contratto a tempo e oltre 25 mila del personale Covid»- ha bisogno di soluzioni alternative. Non si possono legare i tempi del reclutamento previsti per le pubbliche amministrazioni con quelle dell’istruzione. Il sistema dei concorsi ha mostrato tutti i suoi limiti nella scuola.
Siamo convinti che il punto di partenza siano gli organici. La nostra proposta –ha sottolineato Turi– è passare a organici triennali. Questa ipotesi di lavoro consentirebbe di fare programmazione sulle assunzioni, sui trasferimenti, darebbe stabilità al lavoro e continuità alla didattica.
Facendo leva sui temi che necessitano di decisioni politiche Turi ha richiamato il tema della mobilità
«Ci sono materie che sono riserva di legge – ha detto Turi – altre che sono contrattuali. Se si apre il contratto sulla mobilità si può semplificare, superare stratificazioni burocratiche.  Con un atto di indirizzo si può eliminare il vincolo quinquennale».

Solo un cenno al calendario scolastico, prerogativa delle regioni: le scuole hanno lavorato – questo il clima.
Un passaggio anche sulla formazione, che non può essere né burocratica, né autoritativa: non se ne può più. 
La cosa più gentile all’indirizzo dei docenti e del personale della scuola è del ‘non sei capace’, ‘ sei indietro’, ‘vai formato’. Formazione obbligatoria e strutturale per tutti, come se si trattasse di un opificio che, cambiando la catena produttiva, ha bisogno di ricominciare daccapo.

Anche l’Invalsi deve essere indipendente e autonomo e non prestarsi a surrogare il lavoro dei docenti, il cui elemento costitutivo è proprio la valutazione individuale dell’alunno. Le prove dell’Istituto non debbono sovrapporsi al giudizio degli insegnanti. Se i dati che vengono raccolti orientano le policy della scuola, bisogna essere certi che non siano errati.  Gli interventi correttivi rischiano di essere anch’essi errati come il presupposto da cui partono.
Ultimo dato derivante dalla situazione emergenziale: il rinvio delle elezioni del Cspi per il quale restano gli incarichi di nomina e non quelli elettivi.
 
 
INCONTRO MINISTRO BIANCHI-SINDACATI SCUOLA 
Turi: cambio di passo e cambio di tendenza: non solo velocità ma diversa direzione.

E’ durato quasi tre ore l’incontro di questa mattina del ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi con i sindacati scuola.
Un incontro preparato con attenzione nel quale Bianchi ha delineato le linee di programma del suo dicastero.
«Rivolgete la mia stima a tutto il personale»: questa l’esortazione che in apertura e in conclusione di riunione ha spazzato via ogni ipotesi di disintermediazione. Al contrario, forte è apparso, il tentativo di aprire un dialogo sulle scelte.

Un cambio di clima significativo. 
Ritrovare un clima di fiducia –ha osservato Pino Turi in apertura del suo intervento– è l’elemento che fa la differenza.
Un Una visione di lungo periodo che riesca a coniugare superamento dell’emergenza e scelte per il futuro. 
In premessa una domanda a cui dare risposta chiara: come intenderà il ministro garantire la libertà di insegnamento?

Le questioni legate al personale sono state centrali nell’intervento del segretario Uil Scuola: reclutamento, organici, precari.
Non si possono legare i tempi del reclutamento previsti per le pubbliche amministrazioni con quelle dell’istruzione – ha detto Turi – il sistema dei concorsi ha mostrato tutti i suoi limiti nella scuola. 
Abbiamo 213 mila insegnanti precari, cifra confermata dal ministro. Servono soluzioni alternative. 
Siamo convinti che il punto di partenza sono gli organici. La nostra proposta – ha setto Turi – è passare a organici triennali.
Questa ipotesi di lavoro consentirebbe di fare programmazione sulle assunzioni, sui trasferimenti, darebbe stabilità al lavoro e continuità alla didattica.

Dobbiamo uscire dal dedalo di norme che la burocrazia ha creato per stratificazione.
Aprendo il contratto sulla mobilità si può fare molto per eliminare i blocchi che determinano le situazioni attuali di difficoltà del personale. Ci sono questioni riconducibili a riserva di legge e temi contrattuali. Quello della mobilità è tema contrattuale.
Ci vuole innovazione e volontà politica. 

Sul tavolo del ministro anche le questioni di stretta attualità: le varianti della pandemia stanno mettendo alla prova il sistema scolastico con decisioni dei Governatori che parcellizzano gli interventi. 
Bisogna riconoscere il valore dell’autonomia delle scuole e al tempo stesso dare un quadro nazionale di riferimento

 
 

Scuola, Bianchi incontra i sindacati: tutti i prof in cattedra il 1°settembre di Cl. T.

Primo faccia a faccia dell’era Draghi. Le altre due priorità: vaccinare subito il personale e utilizzare bene i fondi Ue
Il primo faccia a faccia tra Patrizio Bianchi e i sindacati della scuola si è concluso con tre impegni iniziali, e un nuovo calendario di incontri per riannodare un dialogo sulle questioni urgenti, non solo legate all’emergenza sanitaria. Il primo impegno condiviso dal neo ministro dell’Istruzione e dai sindacati è quello di avere i docenti tutti in cattedra il 1° settembre. Un impegno “non da poco conto” visto che non è mai stato raggiunto, anche in anni non Covid. Il ministro ha annunciato (l’ennesimo) tavolo su reclutamento, formazione continua e sul tema della mobilità. Il cambio di passo, almeno in base alle prime parole, è sull’obiettivo: «Servono operazioni strutturali, dobbiamo uscire dalle azioni congiunturali e dalla continua emergenza», ha detto Bianchi.
 

Subito i vaccini ai prof

Il secondo impegno immediato condiviso tra le parti è l’accelerazione sui vaccini al personale scolastico. La priorità, ha detto Bianchi, è «vaccinare il personale il prima possibile: bisogna andare a scuola sentendosi in sicurezza». Il ministero dell’Istruzione, in raccordo con quello della Salute, sta monitorando la situazione relativa ai contagi e alle varianti del Covid-19.
 

Usare bene i fondi Ue

Il terzo impegno, più di prospettiva, è quello di utilizzare al meglio i fondi del Recovery Plan. «Insieme dobbiamo lavorare per una scuola in cui l’eguaglianza sia il punto di partenza, una scuola inclusiva, accogliente, capace di rispondere ai bisogni di tutte le studentesse e tutti gli studenti – ha aggiunto il ministro -. Riportarla al centro del Paese deve essere il nostro primo obiettivo. Abbiamo una straordinaria opportunità rappresentata dal Next generation Eu, un’importante quota di investimenti con cui possiamo disegnare insieme una scuola nuova». Ci sarà un tavolo anche sulla trasparenza dei dati. Il ministro ha manifestato la volontà di incontrare con regolarità le organizzazioni sindacali, attivando un “dialogo continuo”.
Le prime reazioni sindacali sono positive: «Apprezziamo la disponibilità di Bianchi all’ascolto, serve un cambio di passo», dicono sostanzialmente in coro tutte le sigle.
 

Trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale del personale della scuola.
Ricordiamo che entro il 15 marzo dovranno essere presentate, da parte del personale docente ed A.T.A., le istanze di trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale, per l'anno scolastico 2021/2022.
Il contratto part time dura due anni e si rinnova tacitamente, non è necessaria dunque, al termine di ogni biennio, alcuna richiesta di proroga.
Il rientro a tempo pieno alla scadenza del biennio, invece, dovrà essere richiesto esplicitamente sempre entro il 15 marzo 2021.
Devono essere presentate, sempre entro il suddetto termine, eventuali istanze di variazione dell'orario a tempo parziale e le domande di rientro al tempo pieno prima della scadenza del biennio, purché giustificate da motivate esigenze.
 

Graduatorie ATA terza fascia: bando in arrivo.
Le domande di inserimento, di conferma, di aggiornamento, saranno prodotte unicamente in modalità telematica attraverso l’applicazione POLIS, Istanze online.
Gli interessati dovranno essere pertanto in possesso delle credenziali SPID, o, in alternativa, di un’utenza valida per l’accesso ai servizi presenti nell’area riservata del Ministero dell’Istruzione con l’abilitazione specifica al servizio “Istanze on Line (POLIS)” CONSIGLIATA.
La domanda di inserimento, di conferma o di aggiornamento nelle graduatorie di terza fascia di circolo e di istituto per le supplenze temporanee è unica per tutti i profili professionali richiesti ed è indirizzata all’istituzione scolastica scelta dall’aspirante per la valutazione dell’istanza.
TORNEREMO SULL’ARGOMENTO appena sarà pubblicato il bando. Nel frattempo chi non è registrato a POLIS, lo faccia.

 

 

Arriva MyIs, la nuova App per graduatorie, contratti, istanze e avvisi

In questi giorni abbiamo reso disponibile MyIs, la nuova App del Ministero dell’Istruzione che potete scaricare sui vostri dispositivi mobili”.
La App “rientra nel piano di digitalizzazione che ho pensato per il Ministero dell’Istruzione. Uno strumento che ho voluto si realizzasse per consentire l’accesso rapido a tutti i servizi più utilizzati dagli utenti del mondo della scuola. Parliamo di istanze, graduatorie, contratti, avvisi. Un modo di comunicare semplice e trasparente“.
Per accedere basta avere le credenziali SPID o essere registrati all’area riservata del Ministero mentre per consultare tutte le sezioni dell’app occorre essere abilitati al servizio di Istanze OnLine.
 

  

         Carissimi,
segnaliamo la sentenza "apripista", a seguito di un ricorso patrocinato dalla UIL Scuola di Reggio Emilia, la quale stabilisce che il CIA VA RICONOSCIUTO A TUTTO IL PERSONALE ATA – ANCHE A CHI HA SVOLTO SUPPLENZE BREVI.
            Il Giudice ha stabilito che il compenso indennità accessorio deve essere riconosciuto a tutto il personale ATA, anche a coloro che hanno svolto le c.d. supplenze brevi, così pronunciando che "…l'esclusione del personale ATA a tempo determinato che effettua supplenze brevi e saltuarie non sia giustificato e che, quindi, debba essere loro riconosciuto detto emolumento"…
Ancora oggi gli stipendi del personale Covid vengono “corrisposti a singhiozzo”, ma permane anche “un taglio importante dello stipendio a causa del mancato riconoscimento della retribuzione professionale docenti e del compenso individuale accessorio al personale Ata, pari a 174,50 euro lordi al mese per i docenti e a 64,50 euro lordi per il personale Ata.
 
Carissimi, riteniamo opportuno attirare ancora la Vostra attenzione sulle numerose decisioni che anche in questi giorni i Tribunali e le Corti di Appello continuano a depositare, riconoscendo al personale ATA e al personale docente l’integrale riconoscimento dei servizi pre-ruolo ai fini della ricostruzione di carriera e al più favorevole inquadramento della fascia stipendiale. 
Pertanto, con l’Ufficio Legale nazionale della UIL Scuola, abbiamo deciso di riaprire i termini di adesione al ricorso almeno sino al 30 novembre 2020, così da poter far partecipare anche il personale che verrà assunto in ruolo a partire dal prossimo anno scolastico.
GLI INTERESSATI CI CONTATTINO via mail a molise@uilscuola.it
 
La prossima volta che ti avvicini a un interruttore della luce durante il giorno, prova a pensare se puoi fare a meno di accenderlo. Puoi sempre aprire una tenda o spostarti in un punto più luminoso della stanza. Studi hanno dimostrato che la luce naturale incrementa la produttività e il comfort di chi occupa l'ambiente, quindi i vantaggi vanno oltre il risparmio energetico!
  
GPS graduatorie supplenze: sì alla rettifica del punteggio per docente che ha dimenticato di inserire servizi. Sentenza
Accolto un ricorso presentato in via d’urgenza (ex art. 700 cpc), dall’Ufficio Legale della UIL Scuola di Foggia, davanti al Giudice del Lavoro del Tribunale di Foggia, patrocinato dall’Avv. Marco Dibitonto in favore di una docente che, a seguito della domanda presentata per l’inserimento nella Graduatoria Provinciale Supplenze (GPS), pur avendo un punteggio di 145, che le avrebbe dato diritto ad un contratto a termine, era risultata con soli 33 punti, punteggio insufficiente per poter avere un contratto e, quindi, per poter svolgere attività lavorativa.
La decisione conferma quanto sostenuto ai tavoli regionali dalla UIL Scuola Puglia, presso l’USR, ovvero la insistente richiesta di rettifica di quelle posizioni che hanno dei periodi di servizio, certificati dalla stessa amministrazione, non riportati dall’aspirante, nella domanda per le gps, per diverse ragioni. Purtroppo, la burocrazia e il muro alzato dall’amministrazione hanno costretto la UIL Scuola di Foggia a interessare la magistratura del lavoro.
 
 Gps, nuove chance agli esclusi
Il ministero dell'istruzione è in procinto di emanare un decreto per costituire elenchi aggiuntivi alla I fascia delle graduatorie provinciali per le supplenze (Gps) e alla II fascia delle graduatorie di istituto. Idem per quanto riguarda gli elenchi per il sostegno agli alunni portatori di handicap.
Le domande di inserimento negli elenchi aggiuntivi potranno essere presentate dagli aspiranti docenti già inseriti nella II fascia delle Gps e nella III fascia delle graduatorie di istituto che abbiano conseguito tardivamente l'abilitazione all'insegnamento oppure la conseguiranno entro il 21 luglio prossimo.
Stesso termine per gli aspiranti che intendono chiedere di essere inclusi negli elenchi aggiuntivi per il sostegno.
 
 

Lavorare in Amazon, 3.000 assunzioni a Fiumicino: come candidarsi

Amazon ha aperto una nuova sede nei pressi di Roma Fiumicino: sono previste almeno 3 mila nuove assunzioni all’interno degli 80.000 metri quadrati di struttura che sarà aperta 24 ore su 24 per 7 giorni su 7. I profili richiesti sono moltissimi: sono richiesti il diploma o la laurea a seconda della posizione per la quale si intende candidarsi.
Secondo quanto hanno fatto sapere gli amministratori di Amazon, per candidarsi alle posizioni aperte presso il centro di Fiumicino è necessario seguire gli aggiornamenti sul sito ufficiale, alla pagina https://www.amazon.jobs/it
 
COMANDO GENERALE DELLA GUARDIA DI FINANZA
Concorso pubblico, per titoli ed esami, per il reclutamento di dieci tenenti in servizio permanente effettivo del ruolo tecnico-logistico-amministrativo del Corpo della guardia di finanza. (GU n. 15 del 23-02-2021)
ISTITUTO SUPERIORE PER LA PROTEZIONE E LA RICERCA AMBIENTALE
Concorso pubblico nazionale, per titoli ed esami, per la copertura di quarantanove posti di tecnologo III livello, a tempo pieno ed indeterminato. (GU n. 15 del 23-02-2021)
MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI E DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE
Concorso pubblico, per esami, per la copertura di trecentosettantacinque posti di collaboratore di amministrazione, contabile e consolare, seconda area F2 e a venticinque posti di collaboratore tecnico per i servizi di informatica, telecomunicazioni e cifra, seconda area F2. (GU n. 16 del 26-02-2021)

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA
Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di settantasette posti di collaboratore professionale sanitario, infermiere, categoria D, a tempo pieno ed indeterminato. (GU n. 13 del 16-02-2021)
Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di diciassette posti di dirigente amministrativo a tempo indeterminato. (GU n. 13 del 16-02-2021)
ISTITUTO GIANNINA GASLINI DI GENOVA
Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di due posti di dirigente medico, disciplina di radiodiagnostica, a tempo indeterminato, per l'UOC di neuroradiologia. (GU n. 14 del 19-02-2021)
Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di cinquantadue posti di collaboratore professionale sanitario – infermiere pediatrico, categoria D, a tempo indeterminato. (GU n. 14 del 19-02-2021)
MINISTERO DELL'INTERNO
Concorso per dodici borse di studio per l'anno scolastico/accademico 2020-2021 riservato ai figli ed agli orfani dei segretari delle comunita' montane, consorzi ed unioni di comuni. (GU n. 13 del 16-02-2021)
PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI
Concorso, per titoli ed esami, a quaranta posti di referendario di Tribunale amministrativo regionale del ruolo della magistratura amministrativa. (GU n. 14 del 19-02-2021)
REGIONE MARCHE
Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di trentasei posti di assistente amministrativo contabile, categoria C, a tempo pieno ed indeterminato, nell'ambito della struttura amministrativa della Giunta regionale, con riserva a favore delle Forze armate. (GU n. 14 del 19-02-2021)
Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di cinquantasei posti di funzionario amministrativo e finanziario, categoria D, a tempo pieno ed indeterminato, nell'ambito della struttura amministrativa della Giunta regionale, con riserva a favore delle Forze armate. (GU n. 14 del 19-02-2021)
AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CATANIA
Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di venticinque posti di vari profili professionali, a tempo indeterminato. (GU n. 12 del 12-02-2021)
Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di ventuno posti di dirigente a tempo indeterminato, varie discipline. (GU n. 12 del 12-02-2021)
ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA'
Concorsi pubblici, per titoli ed esami, per la copertura di cinque posti di vari profili professionali III livello, a tempo indeterminato. (GU n. 11 del 09-02-2021)
Concorsi pubblici, per titoli ed esami, per la copertura di cinque posti di vari profili e livelli professionali, a tempo indeterminato. (GU n. 11 del 09-02-2021)
MINISTERO DELLA DIFESA
https://urlsand.esvalabs.com/?u=http%3A%2F%2Fwww.gazzettaufficiale.it%2Feli%2Fid%2F2021%2F02%2F12%2F21E01309%2Fs4e=1f37747fh=e341bc05f=np=y (GU n. 12 del 12-02-2021)

Automotive, elettrodomestici, energia: ecco le industrie che assumono

Non più grasso e rumore, ma sempre più spesso elettronica, design e connettività. L'industria italiana ha cambiato progressivamente pelle negli ultimi anni e l’evoluzione imposta dal processo di digitalizzazione di Industria 4.0 ha modificato anche le tipologie di profili richiesti dalle aziende, che anche in questa fase intendono assumere personale. Professionalità che, al di là di alcune terminologie anglofone, sono intrinsecamente correlate alle competenze ben rappresentate nella tradizione manifatturiera italiana.
Ciò che vi proponiamo qui è un elenco di posizioni aperte, nella rubrica in collaborazione con https://www.linkedin.com/news/story/qui-trovi-lavoro-le-offerte-nel-settore-healthcare-5341114/di LinkedIn Notizie.
LinkedIn è la piattaforma social specializzata nel recruiting, ricerca personale, formazione e lavoro, in cui potrete trovare direttamente il link per candidarvi alle posizioni indicate dalle società qui citate.
Marelli  vuole integrare il proprio personale con specialisti del Material Management e del Preventive Quality Management, e un/una Project Leader Electronic.
 
https://24plus.ilsole24ore.com/art/non-solo-gamestop-cosi-rivolta-trader-sta-scuotendo-borse-AD1IAWGB
Hitachi ABB Power Grids assume tra gli altri, Global Product Specialist for Digital solutions, Hub Supply Quality&Development Engineer e R&D Engineer Battery technology specialist;
 
Gruppo FCA ha https://www.linkedin.com/jobs/search/?f_C=307851%2C164866%2C326277%2C2529329%2C3645%2C373290%2C8895f_TPR=r2592000geoId=103350119location=Italiaredirect=falseposition=1pageNum=0per Material Management Responsible, E-Motors Design Release Engineer e non solo;
 
Kärcher è https://www.linkedin.com/jobs/search/?currentJobId=2347895027f_C=11193486f_TPR=r2592000geoId=103350119location=Italiaredirect=falseposition=2pageNum=0di Buyer Lavorazioni Meccaniche e Pressofusione, Project Manager e di un/una stagista in ambito Lean Manufacturing and Process Improvement;
 
Ariston Thermo Group seleziona WPS Coordinator Europe, Electronic Project Manager, Global WCM Pillar Leader e altri professionisti;
 
Ferretti https://www.linkedin.com/jobs/search/?f_C=51583f_TPR=r2592000geoId=103350119location=Italiaredirect=falseposition=1pageNum=0il proprio organico con Composite Technologies e Custom Line Resident Engineer, e non solo;
 
Prysmian sta assumendo, tra gli altri, Head of Engineering Department Network Components, Holding Cost Controller Specialist e Installation Project Engineer;
 
Lamborghini cerca Homologation Engineer, IT Digital Workplace & UX Management e Connectivity Back end Developer Engineer;
 
Alstom hahttps://www.linkedin.com/jobs/search/?f_C=2443%2C11858232f_TPR=r2592000geoId=103350119location=Italiaredirect=falseposition=1pageNum=0per diversi ruoli, tra i quali Production/Repair Scheduling Manager, ADM Products Safety Team Leader e Test Industrialization Engineer;
 
Electrolux seleziona Commodity Manager – Fabric & Dish Care, Key Supplier Specialist, Laboratory Specialist e altri professionisti.
 
AZIENDA LIGURE SANITARIA DELLA REGIONE LIGURIA DI GENOVA
Concorso pubblico unificato, per titoli ed esami, per la copertura di trentotto posti di dirigente medico a tempo indeterminato e con rapporto di lavoro esclusivo, disciplina di medicina e chirurgia d'accettazione e d'urgenza, area medica e delle specialita' mediche. (GU n. 9 del 02-02-2021)
 
AZIENDA ZERO DI PADOVA
Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di diciannove posti di dirigente medico, disciplina di neurologia, a tempo indeterminato, presso varie aziende sanitarie. (GU n. 10 del 05-02-2021)
 
Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di ventotto posti di dirigente medico, disciplina di malattie dell'apparato respiratorio, a tempo indeterminato, presso varie aziende sanitarie. (GU n. 10 del 05-02-2021)

 

Trenitalia Lavora con noi: posizioni aperte, come candidarsi

Gli interessati alle future assunzioni e alle offerte di lavoro Ferrovie dello Stato possono candidarsi visitando la sezione dedicata alle ricerche in corso del Gruppo, Trenitalia “Lavora con noi”, e registrando il curriculum vitae nell’apposito form, entro i termini di scadenza previsti per le selezioni attive: https://www.trenitalia.com/?gclid=CKvrycjAhMUCFYzMtAodBQoAag
 
 
La Corte di Cassazione dichiara la non conformità dell’art. 485 d.lgs. 297/94 IN QUANTO VIOLA LA CLAUSOLA 4 DELL’ACCORDO QUADRO SUL LAVORO A TEMPO DETERMINATO. 
GLI INTERESSATI CI RICHIEDANO LA MODULISTICA PER INIZIARE DIRETTAMENTE IL CONTENZIOSO GRATUITO PER GLI ISCRITTI. LA BOZZA di DIFFIDA E SLIDE ILLUSTRATIVE verranno inviate a chi ne farà richiesta a molise@uilscuola.it .
La cassazione ha depositato la sentenza del 28 novembre 2019 numero 3149, sentenza attesa dal personale della scuola perchè pone fine ad un lungo contenzioso che come UIL Scuola Molise abbiamo iniziato, con alterne vicende nell'ormai lontano 2005. 
Salta quindi il limite del computo massimo di quattro anni per intero di servizio pre ruolo con il computo del servizio ulteriore nei limiti dei due terzi.
L'applicazione della sentenza porta alla revisione di migliaia di ricostruzione di carriera, con il diritto del personale alle eventuali differenze retributive conseguenti ad una diversa collocazione nella fascia stipendiare. 
Presso le nostre strutture UIL Scuola Molise gli interessati continueranno a trovare tutta la modulistica (che può essere richiesta anche via mail a molise@uilscuola.it) e l’assistenza necessaria.
Il tutto in modo gratuito con un piccolo contributo a sentenza favorevole.
 
Carissimi, con una pronunzia di luglio 2018, la Cassazione, modificando il suo precedente orientamento in materia, ha riconosciuto che la retribuzione professionale docenti (RDP), pari a 164 euro mensili, deve essere riconosciuta anche al personale con supplenze brevi e saltuarie.
Tutto il personale docente, a prescindere dal tipo di contratto stipulato, ha quindi pieno diritto all'assegno tabellare integrale.
Pertanto, a tutto il personale docente ed educativo, sia esso a tempo indeterminato che determinato anche per supplenze brevi, ai sensi dell'art. 7 del CCNL 15.3.2001 interpretato alla luce del principio di non discriminazione – clausola 4 accordo quadro allegato alla direttiva 1999/70/CE -, deve essere riconosciuta la Retribuzione Professionale Docenti.
A tal proposito, al fine di tutelare gli iscritti e per interrompere i termini di prescrizione, ai richiedenti verrà inviato apposito modello.
Dopo aver inviato la diffida avvieremo l'azione giudiziaria davanti al Tribunale competente.
L'attività, come da convenzione, verrà svolta gratuitamente per gli iscritti alla UIL Scuola e solo in caso di esito positivo verseranno un rimborso spese pari al 10% dell'importo recuperato. 
Su 5 anni (per evitare la prescrizione) l'importo da recuperare potrà variare tra 2.500,00 euro sino a circa 5.000,00 euro. 
Per qualsiasi informazione potete rivolgervi a molise@uilscuola.it o alle sedi UIL Scuola molisane.
LA MODULISTICA VERRA’ INVIATA A CHI NE FARA’ RICHIESTA a  molise@uilscuola.it Per qualsiasi informazione potete fare riferimento a questa Segreteria o presso le nostre sedi negli orari indicati in calce.  

La Federazione UIL Scuola RUA Molise ha aggiornato la sua politica sulla privacy a seguito dell'entrata in vigore del nuovo Regolamento Europeo Protezione Dati (GDPR). L’invio delle informative sindacali di INFORMATUICONUIL viene effettuato gratuitamente come aggiornamento per chi lo ha richiesto, nei modi e secondo le norme stabilite dalla legge. Nel caso in cui si non si desiderano ricevere le nostre informazioni, invitiamo a comunicarlo alla mail molise@uilscuola.it specificando nell'oggetto "Annulla  iscrizione a UIL Scuola Molise: Notizie”  Grazie.

Cari iscritti, indicate con chiarezza indirizzo di posta elettronica attivo e regolarmente consultato .
I nostri numeri telefonici: 338 8987 029 – 328 8698 791 – 0865 195 6044: è opportuno lasciare sempre un messaggio. Lasciando nome, cognome e numero telefonico fisso, gli iscritti saranno richiamati. 
Potete sempre contattarci su skype all'indirizzo ferdinandoamancini. 
IMPORTANTE, LEGGERE ATTENTAMENTE. GRAZIE 
Per iscriversi GRATUITAMENTE al gruppo, e ricevere quindi il notiziario, basta cliccare (e mandare) una mail a: notizie_uilscuola_molise_it+subscribe@googlegroups.com
Oppure: Copiare e incollare l'indirizzo e-mail del gruppo. Su oggetto iscrizione gruppo uil scuola. Si potrà sempre annullare l'iscrizione al gruppo, inviando una mail a molise@uilscuola.it 

Per maggiori opzioni e informazioni, si può visitare il gruppo della UIL Scuola Molise all’indirizzo: http://groups.google.it/group/notizie_uilscuola_molise_it?hl=it      
_______________________________________________________________________
Ferdinando A. Mancini – Esecutivo UIL Scuola Molise – Tesoriere
Posta  86170 Isernia, Strada Com. San Lazzaro 63     Tel  0865 195 6044 (con segr tel)
Web  www.uilscuola.it   Email  fmancini@uilscuola.it Cell  328 8698 791 Fax  02 301 320 47
                         Info e assistenza telefonica Dalle 21.30 alle 22.30  
Facebook  UIL.Scuola.Molise             Skype  ferdinandoamancini  
Email & Segr tel.  Lasciare nome e tel. fisso per essere richiamati
                      Ricevimento in sede
Campobasso  Via Crispi, 1/D-E  Giovedì  16.00 − 18.00
Termoli          Via Sandro Pertini 1  Martedì  15.00 − 16.00
Isernia           Viale dei Pentri, 173/A  Mercoledì  16.00 − 18.00

– PROFILI_SPORTELLO_1.pdf
– Locandina_IRASE_PER_LA_SCUOLA.pdf
– CORSO_DI_FORMAZIONE_SULLA_VALUTAZIONE_IN_OGNI_ORDINE_E_GRADO_DI_SCUOLA.pdf